Pastorino: “Sosteniamo Mirabelli, giusto porre confini al gioco online. Liquidità internazionale facile strumento di riciclaggio"

“E’ giunto il momento di imporre al gioco in modalità on line regole chiare che lo circoscrivano in un ambito controllato e controllabile, a partire dal divieto di gioco tra giocatori di nazionalità diversa per mezzo dello strumento della liquidità internazionale. Per questo apprezziamo e sosteniamo l’iniziativa del Senatore Mirabelli che, con l’interrogazione presentata al Ministro Padoan, ha chiesto di intervenire per evitare l’utilizzo della liquidità internazionale nel poker on line”.

 E’ quanto detto dal Presidente Nazionale STS, Giorgio Pastorino all’indomani della presentazione dell’interrogazione dell’On. Mirabelli e in attesa della risposta scritta che dovrà fornire il Ministro dell’Economia e delle Finanze.

“Il sen. Mirabelli ha posto l’attenzione sulla circostanza che la liquidità internazionale rappresenterebbe un facile strumento di riciclaggio – ha proseguito Pastorino – e ha ragione, visto che comporterebbe il passaggio di denaro tra conti gioco di utenti di paesi diversi. Tanto sosteniamo questa posizione che riteniamo si debba andare anche oltre vietando addirittura l’utilizzo delle carte di credito nell’online permettendo l’utilizzo solo di carte di debito o prepagate”.

Conclude Pastorino: “Sosterremo tutte le iniziative che mirano a porre un freno a questa libertà incontrollata dell’online. Siamo pronti a scendere in campo, insieme alla Federazione Italiana Tabaccai, in difesa della salute dei cittadini oltre che per salvaguardare la raccolta di gioco su rete fisica, la sola che possa garantire regolarità e trasparenza delle operazioni di gioco”.

Informazioni aggiuntive