Ries o non Ries? Dubbio fino al 30 aprile

Il processo di riduzione delle slot, stabilito dal decreto del Ministero delle Finanze lo scorso mese di luglio, si avvia a compimento. Entro la fine di aprile devono essere eliminate slot in misura tale che, a partire dal 1° maggio, siano presenti sul territorio nazionale non più di 265.000 apparecchi. L’operazione non è priva di conseguenze sul rinnovo per il 2018 dell’iscrizione al RIES (elenco degli operatori degli apparecchi) che va effettuato entro martedì 15 maggio.

Tanto per cominciare, gli esercenti cui verranno rimosse le macchine non saranno tenuti a effettuare il rinnovo; per questo motivo, chi fosse in dubbio circa la conservazione delle slot (purtroppo non tutti i gestori e concessionari hanno preavvertito della rimozione) dovrà prudentemente soprassedere dall’adempimento almeno fino al 30 aprile e questo per non rischiare di perdere inutilmente i 150 euro della tassa di iscrizione. In caso di ritiro effettivo delle macchine, non sarà necessario alcun adempimento successivo in quanto si decadrà d’ufficio dall’elenco RIES.

Al contrario, coloro i quali avessero ricevuto rassicurazioni dal proprio gestore o concessionario circa il mantenimento degli apparecchi oltre la dead line di fine aprile, possono procedere fin da subito al rinnovo onde evitare di ridursi all’ultimo momento, rischiando i possibili contrattempi dovuti all’intasamento della piattaforma di iscrizione.

Per la corretta scelta dei tempi entro i quali procedere al rinnovo (nei soli casi in cui sia dovuto) invitiamo i colleghi tabaccai a rivolgersi, come di consueto, ai Sindacati Provinciali FIT-STS.

Informazioni aggiuntive